15.05.2018 h 19:16 commenti

Anche San Paolo avrà la sua cittadella dello sport: ecco gli impianti previsti

Sorgerà in via Dossetti e sarà al servizio del polo scolastico e delle associazioni sportive cittadine. I lavori inizieranno tra un anno e termineranno alla fine del 2021
Anche San Paolo avrà la sua cittadella dello sport: ecco gli impianti previsti
Inizieranno tra un anno i lavori per la costruzione del Centro sportivo multidisciplinare di via Galcianese, al servizio dell'attiguo polo scolastico di San Paolo e di numerose società sportive cittadine. Il progetto presentato oggi, 15 maggio, infatti, prevede un "palazzetto dello sport" composto da due palestre, unite centralmente dai servizi e dagli spogliatoi: la prima di 870 mq per pallamano, pallacanestro e pallavolo con 410 posti; la seconda polifunzionale adatta anche alla ginnastica artistica, "colmando così il gap lasciato dalla chiusura della palestra Etruria", chiosa il vicesindaco con delega allo sport, Simone Faggi. Quasi 600 i metri quadrati e un centinaio i posti a sedere.
Il progetto rappresenta anche il primo punto della riqualificazione del popoloso quartiere di San Paolo grazie alla realizzazione di circa 100 nuovi posti auto, nuovi percorsi ciclopedonali di attraversamento dell'area e la sistemazione delle aree a verde di pertinenza del complesso scolastico e sportivo. Sorgerà sul terreno comunale di via Dossetti, alle spalle della piscina di via Galcianese.
«Non andiamo a costruire solo un impianto sportivo, è previsto un riassetto complessivo dell'area, una vera e propria opera di riqualificazione urbana all'interno del quartiere di San Paolo» ha dichiarato l'assessore Barberis.
L'investimento è di 3,2 milioni di euro di cui 2 milioni finanziati dal ministero dell'Istruzione, Università e Ricerca e 1 milione e 200 mila euro dall'amministrazione comunale. Entro marzo 2019 la gara d'appalto. Per la costruzione dell'impianto saranno necessari circa due anni. La struttura quindi, sarà pronta alla fine del 2021. «Questo progetto vuole essere una risposta importante per cercare di risolvere il problema impiantistico presente in città - conclude Faggi. «Finalmente anche a Prato si potrà praticare lo sport ad alto livello»
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  15.05.2018 h 19:16

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.