20.04.2017 h 08:56 commenti

Anche Prato si mobilita per Gabriele Del Grande, flash mob in piazza del Comune

L'appuntamento è stasera alle 19 per esprimere solidarietà al giornalista toscano da 11 giorni in stato di fermo in Turchia. Fino a oggi gli è stata concessa una sola telefonata: "Sto bene ma non mi viene permesso di nominare un avvocato né mi è dato sapere quando finirà tutto questo. Comincio lo sciopero della fame"
Anche Prato si mobilita per Gabriele Del Grande, flash mob in piazza del Comune
Anche Prato si mobilita per Gabriele Del Grande, il regista e giornalista dallo scorso 9 aprile in stato di fermo in Turchia dove si trovava per la propria attività. Oggi, giovedì 20 aprile, alle 19, flash mob in piazza del Comune organizzato da Anpi, Cgil, Arci, Pubblica Assistenza, Left Lab, Meltin-PO, Le Mafalde, Shaleku.Tutti i partecipanti sono invitati a portare un fazzoletto. L'evento di Prato è in contemporanea con le altre iniziative organizzate in tutta Italia per esprimere solidarietà a Gabriele Del Grande. “Mi hanno fermato al confine – il contento della prima e ad ora unica telefonata concessa a Del Grande – e dopo avermi tenuto nel centro di identificazione e di espulsione di Hatay, sono stato trasferito a Mugla, sempre in un centro di identificazione e di espulsione, in isolamento. I miei documenti sono in regola, ma non mi è permesso di nominare un avvocato, né mi è dato sapere quando finirà questo fermo. Sto bene, non mi è stato torto un capello ma non posso telefonare, hanno sequestrato il mio telefono e le mie cose, sebbene non mi venga contestato alcun reato. La ragione del fermo è legata al contenuto del mio lavoro. Ho subito ripetuti interrogatori al riguardo. Ho potuto telefonare solo dopo giorni di protesta. Non mi è stato detto che le autorità italiane volevano mettersi in contatto con me. Entrerò in sciopero della fame e invito tutti a mobilitarsi per chiedere che vengano rispettati i miei diritti”.
Intanto questo pomeriggio, in apertura della seduta del consiglio comunale, il vice sindaco e assessore alle Politiche per la cittadinanza Simone Faggi ha ricordato la vicenda di Gabriele Del Grande.
"Questa amministrazione - ha affermato Faggi - chiede con forza la liberazione immediata di Gabriele Del Grande, che è stato a Prato non meno di due anni fa per la presentazione del suo film "Io sto con la sposa" e che da giornalista ha sempre fatto della ricerca della verità il suo punto di forza.
Del Grande - prosegue Faggi - conosce molto bene le realtà medio orientali e le difficili dinamiche dei percorsi migratori. Una voce, la sua, libera, che da giorni è vittima di un regime. L'amministrazione manterrà alta l'attenzione nei confronti di questa vicenda finchè non avrà l'esito positivo che tutti ci auguriamo".
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  20.04.2017 h 08:56

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.