07.05.2021 h 16:04 commenti

Anche Fratelli d'Italia dice "No" a Guazzini: "Posizioni distanti dal suo progetto"

Il partito di Giorgia Meloni non ha nessuna intenzione di rinunciare alla propria rappresentanza politica come richiesto da Guazzini. Battibecco con Forza Italia, attaccata anche da +Europa e da Cambiamo. Lega invita tutte le forze del centrodestra al ritorno all'unità
Anche Fratelli d'Italia dice "No" a Guazzini: "Posizioni distanti dal suo progetto"
Dopo Forza Italia anche Fratelli d'Italia chiude alla possibilità di un appoggio alla candidatura a sindaco di Carmignano di Belinda Guazzini, ex presidente del Consiglio comunale, scesa in campo alla guida di un gruppo di cittadini che ruota attorno all'associazione Civicamente Carmignano, al momento sostenuta da +Europa, Azione e Italia Viva.
Ed è proprio l'impostazione che Guazzini vuole dare alla lista, con i partiti che se vogliono possono portare i loro voti ma non i loro nomi, che non convince il partito di Giorgia Meloni: "Ho incontrato, insieme al commissario provinciale della Lega, la signora Guazzini, dopo che Forza Italia lo aveva già fatto, per ascoltare le sue proposte. - spiega il senatore Patrizio La Pietra, coordinatore provinciale, in una nota - Peraltro come sta avvenendo in altri territori, dove come centrodestra stiamo aprendo a civici e altre forze politiche. Come è giusto che sia, abbiamo ascoltato, e abbiamo detto che pur essendo un progetto interessante non potevamo rinunciare alla nostra rappresentanza politica, sia in lista che in giunta, posizioni distanti dal progetto della signora Guazzini". 
Fratelli d'Italia ribatte anche agli Azzurri dopo l'accusa di essere "primi sponsor di una lista chiaramente di sinistra" in riferimento all'avvicinamento iniziale a Guazzini: "Oggi FI, forse presa dalla sindrome del “centrodestra di governo”, ha perso un po’ di vista quello che invece il centrodestra (che senza FdI non è centr destra) rappresenta sui territori, senza poi ricordare agli amici di FI che al governo con IV, +Europa e Azione, ci sono proprio loro e non noi. Voglio anche ribadire che Fratelli d’Italia è l’unico partito che ad oggi non ha fatto passi avanti presentando propri candidati, senza ascoltare gli alleati di centro destra, come invece hanno fatto altri. Ognuno ha voluto presentare subito la propria bandierina. Noi coerentemente non lo abbiamo fatto, anzi siamo stati i primi a richiedere la convocazione di una riunione dei vertici locali dei partiti di centrodestra". Poi l'apertura: "La sinistra è spaccata, e questo è sicuramente un vantaggio, adesso occorre lavorare su un programma condiviso e trovare un candidato sindaco che possa dare al centrodestra un valore aggiunto, che possa essere un riferimento per il territorio, lasciando da parte le bandierine di partito, che non mi sembra abbiano dato fino ad oggi dei risultati positivi sul territorio pratese, e rompere quella continuità di potere che ha di fatto ingessato Carmignano. Fratelli d’Italia c’è, come sempre, con coerenza".
Fa quadrato attorno a Guazzini, invece, +Europa. A parlare Jonathan Targetti, coordinatore pratese, che critica duramente la scelta di Forza Italia: "Prendo atto della scelta del coordinamento provinciale di Forza Italia di guardare ad un accordo con la Lega per le amministrative di Carmignano. Mi rammarico che questa scelta arrivi dopo il nostro invito a Forza Italia, ad oggi non raccolto, per costruire insieme un polo liberale e riformista. Sono convinto che certe politiche non possano essere sposate a giorni alterni e per questo ci stupisce la scelta di FI di unirsi alla Lega sovranista. Faccio un sincero in bocca al lupo a Forza Italia, che si getta tra le braccia di Salvini, ma invito tutti coloro i quali, fra i loro elettori e sostenitori, si sentano veramente liberali e moderati e che non si rivedano nel populismo e nel becerume leghista, a seguire il nostro progetto e le nostre proposte".
Critico con Forza Italia anche Cambiamo che non disdegna la candidatura di Guazzini ma allo stesso tempo non chiude alla possibilità di un centrodestra unito: "Forza Italia prende le distanze dalla Guazzini? - si domanda il coordinatore nazionale del movimento giovanile, Simone Spezzano - Strano, i dirigenti di Forza Italia locali ne sono stati i primi sponsor. È chiaro che, prima di fare una scelta, a nostro avviso vincente, occorre operare un passaggio con la coalizione, la quale di certo non vogliamo spaccare a mesi dalle elezioni. Cosa vuole fare il centrodestra? Noi vogliamo vincere e amministrare bene il territorio di Carmignano”.   
La Lega ha riadito la propria posizione: "E' necessario costruire un'alternativa a Prestanti e a tutti coloro che fanno parte di quello stesso sistema di potere. Tra i nostri avversari c'è sicuramente anche Belinda Guazzini, la cui candidatura, organica alla sinistra, da parte nostra non è mai stata presa in considerazione, non potendo minimamente incarnare le idee e i progetti che intendiamo realizzare. Gli insuccessi di Prestanti e del PD ci motivano a proporci come loro alternativa; al tempo stesso, le pretese strampalate della Guazzini e dei suoi sponsor pratesi e fiorentini sono del tutto irricevibili". La strada indicata dal Carroccio, quindi, è quella del ritorno all'unità del centrodestra: "In questi mesi siamo stati contattati e abbiamo stabilito numerosi e solidi rapporti con i cittadini di Carmignano, rappresentanti civici, ma anche tanti elettori di centrodestra smarriti dal rincorrersi di voci e dichiarazioni per loro incomprensibili. Per questo contiamo sul tempestivo ravvedimento di FdI, dopo che anche Forza Italia gli ha inviato una così forte e coraggiosa richiesta di chiarezza. E’ da qui che dobbiamo ripartire, tutti insieme, senza troppi tentennamenti, per scrivere una nuova pagina per Carmignano, Prato e tutto il nostro territorio".
(e.b.)
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  07.05.2021 h 16:04

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus

Digitare almeno 3 caratteri.