10.10.2018 h 10:20 commenti

Ampliamento Peretola, slitta la conferenza dei servizi. Ecco perchè

Anzichè il 12 ottobre prossimo, si terrà il 9 novembre, due giorni dopo la prima udienza del Tar toscano sul ricorso contro il decreto di Via
Ampliamento Peretola, slitta la conferenza dei servizi. Ecco perchè
Slitta al prossimo 9 novembre la riunione della Conferenza di servizi sull'aeroporto di Firenze in programma per venerdì 12 ottobre. La ragione ufficiale comunicata dal ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti a tutti gli enti interessati, è la mancanza di alcuni pareri 'obbligatori' per chiudere il procedimento. In particolare Enac non avrebbe ancora inviato al ministero per i Beni e le Attività culturali la documentazione integrativa richiesta durante la riunione del 7 settembre e già sollecitata nei giorni scorsi. Mancano all'appello anche i pareri del ministero della Difesa, dell'Autorità di Bacino dell'Appennino settentrionale, e la delibera della Regione Toscana. Il governatore Rossi ieri si è affrettato a chiarire che avrebbe portato il parere positivo già per venerdì prossimo. L'associazione Vas, da sempre contraria all'opera e firmataria del ricorso al Tar contro la valutazione d'impatto ambientale del ministero, offre un'altra chiave di lettura del rinvio: "la conferenza dei servizi è stata rinviata al 9 novembre ovvero 2 giorni dopo che si sarà tenuta la prima udienza al Tar toscano contro il Decreto Via 377, decreto, come da diffida già inoltrata nelle sedi competenti, che è illegittimo ed illegale per le attribuzioni di competenze all’Osservatorio ambientale, non previste dalle vigenti norme di legge". 
Intanto da Poggio a Caiano, Comune firmatario dell'altro ricorso al Tar contro il decreto di Via assieme a Prato, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Calenzano, Carmignano, e Signa, il gruppo consiliare di maggioranza “Siamo Poggio”, chiede una posizione chiara sull'opera al ministro delle Infrastrutture Danilo Toninelli. Lo fa attraverso un ordine del giorno che non risparmia critiche 
al presidente Rossi che ha accusato di “corporativismo” i comuni contrari all’ampliamento. A lui viene chiesto un ripensamento a favore dello scalo di Pisa.
Il documento è stato approvato con l'astensione dell'opposizione. “Ci saremmo aspettati una presa di posizione netta anche da parte loro,- si legge in una nota del gruppo - se non altro per dar sostanza alle parole che i loro vertici regionali hanno più volte espresso in queste ultime settimane”. Contraddizioni e paradossi politici non nuovi quando si parla della nuova pista di Peretola. 
E.B.
 

Data della notizia:  10.10.2018 h 10:20

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.