09.03.2018 h 16:32 commenti

Ampliamento Peretola, il sindaco Biffoni ha deciso di firmare il ricorso al Tar contro il decreto di Via

Colpo di scena in apertura del consiglio comunale di oggi. La giunta ha già dato mandato all'ufficio legale interno al Comune di preparare gli incartamenti
Ampliamento Peretola, il sindaco Biffoni ha deciso di firmare il ricorso al Tar contro il decreto di Via
Il Comune di Prato farà ricorso al Tar contro il decreto di Via sull'aeroporto di Peretola. Il colpo di scena è emerso nel corso del consiglio comunale straordinario sull'ampliamento dello scalo fiorentino in svolgimento oggi pomeriggio, 9 marzo. Il cambio di opinione del sindaco Matteo Biffoni è legato all'esclusione di Prato e degli altri Comuni della Piana dall'osservatorio ambientale per monitorare il rispetto delle prescrizioni. La giunta ha già dato mandato all'ufficio legale interno al Comune di preparare gli incartamenti. Il deposito deve essere effettuato entro il prossimo 20 marzo. "Continuo a pensare che stare dentro l'osservatorio fosse la cosa migliore.-afferma il sindaco Biffoni - C'era un accordo in questo senso che non è stato rispettato. Se non c'è la politica, bisogna seguire la strada del ricorso. Se non c'è altra strada bisogna che io provi a tutelare la comunità seguendo il percorso giudiziario".
Il ricorso di Prato si aggiunge a quello che presenterà Sesto Fiorentino con la propria avvocatura, a quello congiunto di Calenzano, Carmignano, Poggio a Caiano che daranno mandato congiunto a uno studio legale esterno, e a quello del coordinamento dei comitati cittadini contrari al progetto di ampliamento. Che il vento sia cambiato si capisce anche dalla posizione del Comune di Campi Bisenzio che proprio nella seduta di oggi, attraverso l'assessore Salvi, ha comunicato la decisione di impugnare il decreto di Via. I ricorsi, quindi, sono cinque. 
A chiedere al sindaco Biffoni di presentare il ricorso è stata la maggioranza attraverso un ordine del giorno presentato dal gruppo Leu e sottoscritto anche dai consiglieri d'opposizione Emanuele Berselli, Rita Pieri e Alessandro Giugni, poi emendato dal Pd che introduce una precisazione sul mancato ricorso al Tar del Comune di Prato contro la variante al Pit nel lontano 2015. Il documento è stato votato all'unanimità.
Tra le prime reazioni all'annuncio del sindaco, quella di Silvia La Vita del Movimento 5 Stelle: "Dopo le mancate promesse della campagna elettorale -dice - dopo che per quattro anni il sindaco ci ha raccontato che la politica non si fa nei tribunali ma nei tavoli politici e che quindi non era sua intenzione fare ricorso al Tar, oggi finalmente ci dà ragione. Biffoni cambia idea, guarda caso dopo i risultati delle elezioni politiche e quindi l'uscita del Pd dal governo, dimostrando quello che abbiamo sempre sostenuto dal 2014: che non aveva le mani libere e non poteva opporsi agli interessi del partito". 
 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  09.03.2018 h 16:32

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus

Digitare almeno 3 caratteri.