17.02.2020 h 13:55 commenti

Ampliamento ospedale, la conferenza dei servizi dà il via libera definitivo

Approvate le opere idrauliche richieste dal Comune per mettere in sicurezza tutta l'area. Resta da definire chi gestirà la vasca di laminazione e dove saranno ricavati i parcheggi aggiuntivi
Ampliamento ospedale, la conferenza dei servizi dà il via libera definitivo
La conferenza dei servizi che si è riunita stamani, 17 febbraio, in Comune, ha dato il via libera alla realizzazione della nuova palazzina dell'ospedale Santo Stefano.
Gli interventi richiesti per mettere in sicurezza idraulica sia la nuova costruzione che l'ospedale già esistente, sono stati approvati dai tecnici. L'unica cosa che resta da definire riguarda la manutenzione della vasca che sarà realizzata nei pressi del parcheggio dipendenti dell'ospedale. Questione tecnica che riguarda anche i fossi Vella e Iolo e che sarà definita nelle prossime settimane. Dato che quella vasca metterà all'asciutto tutta l'area ospedaliera e dintorni in caso di emergenza, è probabile che sarà il Comune a occuparsene.
Altro dettaglio da definire riguarda l'ampliamento del parcheggio dipendenti di 150 posti. Quelli che saranno tolti dall'attuale spazio per far posto ai corridoi d'ingresso dei mezzi sanitari per la nuova palazzina, e quelli aggiuntivi legati all'ampliamento degli spazi ospedalieri, dovrebbero essere ricavati nei pressi dell'eliporto.
Definiti questi dettagli tecnici, arriverà il permesso di costruire e l'Asl Toscana Centro potrà procedere con la gara per la progettazione dell'edificio, tre piani più il seminterrato per un totale di 112 posti letto, che sorgerà nel terreno che si trova tra la palazzina dei servizi e il parcheggio dipendenti. Da valutare se sia preferibile affidare un incarico a parte per la progettazione della vasca di laminazione e delle altre opere idrauliche o se dare tutto in mano alla stessa persona. Il nodo sarà sciolto nel giro di qualche settimana.
Terminata la progettazione, si potrà procedere con la gara d'appalto per i lavori di costruzione veri e propri. Difficile fare previsioni temporali già da oggi. Un fronte questo, su cui prende impegni ufficiali il consigliere regionale Nicola Ciolini del Pd, membro della commissione Sanità. “Con l’esito positivo della conferenza dei servizi di oggi siamo arrivati alla fase conclusiva dell'iter progettuale per il rilascio dei permessi necessari  a costruire la nuova palazzina del Santo Stefano. Con questo passaggio si iniziano a vedere concretamente i risultati degli sforzi fatti in questi anni per il potenziamento dell’ospedale di Prato. La realizzazione dei 112 posti letto è adesso più vicina. Ora ci impegneremo affinché la seconda fase si svolga nel più breve tempo possibile, in modo che entro la fine dell’anno possa definitivamente partire il cantiere”.
L'intervento al momento è finanziato con 10 milioni di euro provenienti dal governo e 8,5 da Regione e Asl. Per la consigliera regionale del Pd, Ilaria Bugetti è fondamentale anche potenziare i servizi sanitari su tutto il territorio provinciale: “Esprimo la mia grande soddisfazione per un percorso, quello dell’ampliamento del Santo Stefano, che va avanti. Quello di oggi è un passo importante che va nella direzione di dare delle risposte concrete ai bisogni dei cittadini, oltre che verso la realizzazione a Prato di un polo oncologico d’eccellenza. Parallelamente continuiamo ad impegnarci affinché il territorio sia sempre più strutturato e pronto ad offrire ai pratesi i servizi sanitari di cui hanno bisogno, proseguendo nel lavoro di potenziamento dei presidi territoriali, delle case della salute e dei servizi diffusi. Perché la prossimità, insieme alla presenza di un polo ospedaliero d’eccellenza, sia la chiave che apre le porte di una sanità di grande qualità”.
 
E.B.
 

Data della notizia:  17.02.2020 h 13:55

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.