03.08.2021 h 10:33 commenti

All'area pratese il primato regionale della raccolta differenziata di carta e cartone

Nel 2020, nonostante un calo di oltre il 13 per cento del quantitativo raccolto, la provincia ha mantenuto il primo posto con una media pro-capite di 141 chili e 800 grammi. Toscana seconda in Italia e prima tra le regioni del centro. E' quanto riporta il 26° rapporto del consorzio Comieco
All'area pratese il primato regionale della raccolta differenziata di carta e cartone
Con quasi 142 chili pro-capite, la provincia di Prato si conferma la provincia toscana più virtuosa per la raccolta differenziata di carta e cartone. Una performance che risulta di gran lunga tra le migliori anche a livello nazionale. Lo dice il 26° rapporto di Comieco, il consorzio che si occupa della raccolta, riciclo e recupero di carta e cartone in Italia.
L'area pratese tiene il primato nonostante sia, in Toscana, la provincia con il più alto arretramento dei quantitativi raccolti: rispetto al 2019, infatti, nel 2020 sono state ritirate 35.877 tonnellate, il 13,18 per cento in meno. Un numero sufficiente, però, a confermare il primo posto.
Per dare un termine di paragone, nella provincia di Firenze sono state raccolte 96.586 tonnellate, il 5,31 per cento in meno rispetto al 2019, con un quantitativo pro-capite di poco meno di 92 chili e mezzo, seconda performance migliore in Toscana. Al terzo posto la capitale delle cartiere, Lucca con una quota pro-capite di 85 chili.
Complessivamente, in tutta la regione, sono stati raccolte 296.151 tonnellate, in calo del 4,6 per cento. “Anche in un anno difficile come il 2020 – spiega il direttore generale di Comieco, Carlo Montalbetti – la raccolta differenziata è rimasta una pratica consolidata per tutti i toscani. Toscana prima tra le regioni del centro Italia seconda tra tutte”.
 

Data della notizia:  03.08.2021 h 10:33

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.