26.10.2021 h 12:19 commenti

Al Santo Stefano uno dei nuovi poli di eccellenza dell'Asl Toscana Centro

Per il trattamento di patologie ad alta complessità, che riguardano il pancreas, il fegato, le problematiche testa-collo e le infezioni periprotesiche o osteoarticolari
Al Santo Stefano uno dei nuovi poli di eccellenza dell'Asl Toscana Centro
Sarà anche l'ospedale Santo Stefano di Prato ad ospitare uno dei quattro nuovi poli di eccellenza chirurgica per il trattamento di patologie ad alta complessità, che riguardano il pancreas, il fegato, le patologie testa-collo e le infezioni periprotesiche o osteoarticolari. I poli, oltre che a Prato, sono stati creati negli ospedali fiorentini San Giovanni di Dio, Santa Maria Annunziata e in quello di Pistoia, nell'ambito della rete ospedaliera dell'Asl Toscana centro.    
Centralizzazione intermedia del paziente (applicando il modello organizzativo hub e spoke), accorpamento delle competenze professionali, disponibilità di tecnologie avanzate, approccio multiprofessionale, oltre al volume dei casi già trattati, fanno da comune denominatore alla riorganizzazione operata dal Dipartimento delle specialistiche chirurgiche, diretto dal dottor Stefano Michelagnoli, per offrire ai cittadini percorsi di cura in un'ottica multispecialistica e di sistema ospedaliero integrato. 
"In pratica i quattro centri specializzati mettono in relazione professionisti, strutture e servizi - spiega Michelagnoli -: il paziente preso in carico dai centri spoke, ospedale di provenienza, vi resta dal momento della diagnosi fino alla stadiazione e all'indicazione chirurgica per poi essere preso in carico dal centro hub di riferimento dove effettua il trattamento chirurgico e l'immediato decorso post-operatorio terminato il quale, viene dimesso e affidato nuovamente all'ospedale di provenienza per il follow-up e la prosecuzione delle cure". 
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  26.10.2021 h 12:19

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.