22.07.2021 h 16:03 commenti

Al Comune quasi 15 milioni di finanziamenti per riqualificare i quartieri del Soccorso e di San Paolo

Approvati tutti e quattro i progetti presentati al Governo nell'ambito del piano PinQua. Saranno recuperati vari immobili tra i quali la ex Puggelli Legnami e la ex Mps di via Siena
Al Comune quasi 15 milioni di finanziamenti per riqualificare i quartieri del Soccorso e di San Paolo
Il Comune di Prato riceverà 14 milioni e 850mila euro grazie ai quali potrà riqualificare intere aree nei quartieri del Soccorso e di San Paolo. Sono stati infatti interamente finanziati, grazie al Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) e alle risorse in più messe a disposizione dal Governo, i quattro progetti PinQua presentati dal Comune al Ministero per le infrastrutture e la mobilità sostenibile.
I progetti pratesi  prevedono, in particolare, di consolidare e costruire due nuovi assi civici: il primo al quartiere del Soccorso lungo via Roma, che parte dall'assessorato al Sociale e si conclude al futuro parco urbano che verrà realizzato grazie all'interramento della Declassata; il secondo al quartiere di San Paolo, che consoliderà l'asse civico esistente che partirà dal futuro Distretto Socio Sanitario e si concluderà nel nuovo centro civico.
“Si tratta di un grande risultato che dimostra la vicinanza del Governo alle opere di riqualificazione urbana e agli enti locali - ha detto il sindaco Matteo Biffoni -. Ridiamo alle nostre città nuova linfa. Nuovi spazi per i più piccoli e riqualifichiamo quelli già esistenti”.
Soddisfatto per il risultato anche l'assessore all'Urbanistica Valerio Barberis: “È una grandissima soddisfazione veder finanziato il progetto di riqualificazione Pinqua che va ad inserirsi nelle politiche più generali applicate al quartiere del Soccorso, su cui da anni questa amministrazione lavora per sviluppare progetti di miglioramento della qualità ambientale e dell'abitare con un'attenzione significativa e con un ruolo determinante da parte delle associazioni e dei cittadini”.
Tra gli edifici che saranno recuperati ci sono un immobile industriale in via Rossini che diventerà sede di un centro civico e dell'archivio comunale e l'ex Puggelli Legnami che sarà trasformato in un edificio di housing sociale-coworking. L'ex sede Mps tra via Roma e via Siena è destinato invece ad ospitare alloggi popolari, centro civico, spazi pubblici e commerciali.
Il progetto, una volta portato a termine, porterà a 17 nuovi alloggi residenziali pubblici, 8 nuovi alloggi residenziali convenzionati, 5.500 mq di nuovi spazi a servizio di associazioni e terzo settore, nuovi servizi pubblici e 650 mq di nuovi spazi commerciali e di ristorazione.
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  22.07.2021 h 16:03

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.