27.03.2021 h 12:09 commenti

Al centro Pegaso 2 vaccinazione con assembramenti, interrogazione parlamentare di FdI

Il senatore La Pietra ha annunciato che la questione della folla di pazienti fragili in attesa del vaccino approderà in Parlamento: "Serve fare chiarezza, Regione inadeguata di fronte all'emergenza sanitaria, pagina umiliante per la Toscana". L'onorevole Silli: "Non è bastato essere attaccati, seppur indirettamente, dal presidente del Consiglio per la malagestione della fase vaccinale, ci voleva la calca di gente al Pegaso"
Al centro Pegaso 2 vaccinazione con assembramenti, interrogazione parlamentare di FdI
"E' imbarazzante, vergognosa e umiliante per la Toscana l'inadeguatezza della Regione che non è in grado di far decollare la campagna vaccinale e che non perde occasione per mettere in luce la totale incapacità a gestire una macchina che altrove viaggia con risultati del tutto diversi da quelli che stiamo ottenendo qui”. Così il senatore di Fratelli d'Italia, Patrizio La Pietra, che, dopo la brutta figura fatta ieri al centro Pegaso di Prato dove la vaccinazione ai soggetti fragili ha creato un incredibile assembramento dovuto ad una cattiva organizzazione del servizio (leggi), annuncia una interrogazione parlamentare.
“Quanti appuntamenti sono stati dati ? - chiede il senatore – con quale scansione di tempi? chi ha gestito le prenotazioni? Insomma, di chi è la responsabilità? Non certo di chi ha impedito, come lascia intendere la Asl, assembramenti in una zona della struttura occupata, attualmente, da un cantiere. E a proposito: si fanno controlli a destra e a manca per verificare la sicurezza dei cantieri ed è una cosa sacrosanta, poi però si apre un centro per le vaccinazioni proprio a ridosso di cosa? di un cantiere? E' garantita la sicurezza dei cittadini”.
A proposito di sicurezza e della convivenza del centro Pegaso con un cantiere edile, interviene anche il capogruppo di FdI in Consiglio comunale, Claudio Belgiorno, tra i primi ad arrivare ieri per rendersi conto di quanto stava accadendo: “Che la situazione fosse fuori controllo lo dimostra il blitz della Municipale – le sue parole – tornerò anche nei prossimi giorni per accertarmi personalmente della situazione. E' da novembre che chiediamo di poter fare un sopralluogo per verificare le condizioni di sicurezza della struttura, il sindaco ha fatto orecchie da mercante: ne risponderà in Consiglio comunale”.
“Credo – aggiunge il senatore La Pietra - che non manchino dimostrazioni dell'incapacità a gestire una situazione a cui tutti sarebbero dovuti arrivare preparati, e dell'inettitudine della Regione a cui evidentemente non basta la collezione di pessime figure fatte fino ad oggi. Il presidente Giani dovrebbe fare solo una cosa: dimettersi”.
Sulla vicenda si registra anche l'intervento dell'onorevole Giorgio Silli di Cambiamo: "Scene agghiaccianti e non mi stupisce che i video girati e messi in rete siano diventati virali. Al di la' della polemica politica e del gioco delle parti che in questo caso sarebbe fin troppo facile, nella stessa settimana ho dovuto ascoltare nell'aula della Camera il premier Draghi attaccare indirettamente la nostra regione per la malagestione di questa fase vaccinale. Possibile che una grande citta'come la nostra abbia un solo hub vaccinale che costringe nel bene e nel male anche i piu' bene intenzionati ad assembramenti (anche quando non vengono fatti errori di programmazione ) magari nel parcheggio a lato". Silli conclude riprendendo l'idea di diversi medici: "Creare altri hub in maniera capillare in quelle scuole e in quelle palestre tristemente chiuse a causa della pandemia". 



 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  27.03.2021 h 12:09

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.