22.12.2020 h 15:12 commenti

Al Buzzi studenti a lezione di filato fantasia grazie alla generosità di un'azienda meccanotessile del distretto

La Gualchieri e Gualchieri ha donato alla scuola il macchinario ideato nel 2019 per permettere alle aziende di filato di fare campionari velocemente senza interrompere la produzione
Al Buzzi studenti a lezione di filato fantasia grazie alla generosità di un'azienda meccanotessile del distretto
Il dirigente scolastico Alessandro Marinelli e Renzo Gualchieri
Alla fine delle vacanze natalizie, gli oltre 300 studenti dell’istituto tecnico industriale Buzzi di Prato che seguono il percorso Sistema Moda troveranno un nuovo macchinario che li aiuterà a diventare dei periti tessili pronti per affrontare le nuovo sfide del mercato. Si tratta di un torcitoio per i filati fantasia ideato e realizzato dall’azienda Gualchieri e Gualchieri di Prato che ha deciso di donarlo alla scuola come segno di vicinanza alla città e al distretto. Stamani, 22 dicembre, la cerimonia di consegna.

Il macchinario si chiama FantaOne, ha un valore di circa 20mila euro, ed è stato pensato dall’azienda pratese soprattutto per permettere a chi fa filato di realizzare velocemente campionari senza interrompere la produzione in corso sugli altri dispositivi. E’ stato presentato nel 2019 all’Itma di Barcellona e ha avuto un ottimo riscontro internazionale tanto che è stato richiesto anche in cinque scuole ben oltre i nostri confini: Germania, Brasile, Belgio e due in Francia. "Questa cosa che  la nostra città e l’istituto tecnico legato a doppio filo con il distretto, non avessero il macchinario mi disturbava profondamente. - racconta Renzo Gualchieri, patron dell’azienda fondata nel 1974 - E così abbiamo proposto alla scuola di fare la donazione".
Proposta accolta a braccia aperte dall’istituto Buzzi dove è in corso una riorganizzazione didattica e un rinnovamento tecnologico dei laboratori. "E’ un primo passo ma è significativo per una scuola come la nostra. - ha affermato il dirigente scolastico Alessandro Marinelli - Stiamo al passo con i tempi ma senza abbandonare la conoscenza della storia per capire fino in fondo come è nata e si è evoluta la produzione tessile". Come segno di gratitudine verso la famiglia Gualchieri per la generosità e la sensibilità dimostrate, il dirigente Marinelli ha consegnato un portafoto con l'immagine di Tullio Buzzi e una pergamena.
Adatto ad ogni tipo di filato e molto versatile, FantaOne è anche controllabile da remoto da qualsiasi telefonino su cui sia stata scaricata la specifica app. Un particolare non banale in un periodo complicato come questo in cui il Covid costringe i ragazzi a effettuare la didattica a distanza.
Presente all’inaugurazione i rappresentanti del Mita e di Condinudstria e la presidente del Polo universitario Città di Prato, Daniela Toccafondi che ha lodato l’iniziativa: "Sono convinta che l’avanzamento della conoscenza passi da un mutuo scambio tra aziende e istituzioni scolastiche. Altrimenti la formazione non è completa e perfetta. Questa donazione è un segnale di rigenerazione, di vicinanza al mondo scolastico e di volontà di superare i problemi".
(e.b.)
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  22.12.2020 h 15:12

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.