16.01.2020 h 17:14 commenti

Al Buzzi arriva "Facemouse", un nuovo ausilio informatico per i ragazzi con disabilità

Si tratta di un sistema integrato che consente l’utilizzo del computer da parte delle persone con difficoltà motoria agli arti superiori
Al Buzzi arriva "Facemouse", un nuovo ausilio informatico per i ragazzi con disabilità
Si chiama Facemouse ed è un sistema integrato che consente l’utilizzo del computer da parte delle persone con difficoltà motoria agli arti superiori. L’apparecchio è in dotazione all’istituto Buzzi, dopo la richiesta alla Provincia come ausilio speciale per alcuni studenti disabili presenti nella scuola.
Grazie a un sofisticato sistema di rilevamento del volto, il congegno riesce a intercettare i movimenti degli occhi, che sono utilizzati come comandi per la tastiera. In questo modo è possibile comunicare con gli altri, navigare tra le pagine web, scrivere e fare tutte quelle attività che vengono svolte per mezzo di un comune mouse.
Sempre al Buzzi è stata installata una "zona morbida", simile a quella allestita qualche mese fa al Copernico, dove gli studenti disabili che hanno bisogno di rilassare il corpo possono trovare sollievo.

“Siamo davvero molto felici – commenta il presidente della Provincia Francesco Puggelli – di aver potuto rispondere a questa particolare richiesta della scuola. Sapere che adesso, grazie a questa tecnologia, alcuni studenti che erano in difficoltà possono svolgere appieno compiti come scrivere e navigare proprio come i loro compagni, ci riempe di soddisfazione. Lo stretto dialogo e la collaborazione con le scuole e gli insegnati di sostegno, oltre che con le famiglie interessate, è la formula vincente per poter andare incontro alle esigenze in maniera puntuale e veloce. Continueremo di questo passo, con l’obiettivo di garantire a tutti una scuola e un’educazione dignitosa.”
 
Edizioni locali collegate:  Prato

Data della notizia:  16.01.2020 h 17:14

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.