23.11.2022 h 14:51 commenti

Abbandono rifiuti, in sei anni dimezzati i casi. Alia e polizia provinciale rinnovano la collaborazione

Nel 2017 ritrovate 938 tonnellate di scarichi abusivi, nel 2022 sono scese a 416. Complessivamente sono state controllate 498 aziende, le denunce penali sono state 32. Confermata la convenzione anche per il prossimo anno
Abbandono rifiuti, in sei anni dimezzati i casi.  Alia e polizia provinciale rinnovano la collaborazione
In sei anni di controlli congiunti fra polizia provinciale e ispettori di Alia gli abbandoni dei rifiuti si sono dimezzati passando da 938 tonnellate alle attuali 416.
Complessivamente sono state controllate 498 aziende:73 quelle non in possesso del registro carico/scarico o formulari di corretto smaltimento; 125 con registro erroneamente compilato, 300 le imprese con il registro corretto e 32 le denunce penali. 
Sulla base di questi dati è stata rinnovata anche per il 2023 la convenzione fra la Provincia e alia. "Siamo al sesto anno della convenzione - ha dichiarato il presidente di Alia Servizi Ambientali  Nicola Ciolini - ed i risultati ottenuti nel 2022 confermano che questo accordo operativo, unico nel suo genere, ci permette un controllo sistematico della filiera degli scarti tessili, rivelandosi significativo e quindi meritevole di essere proseguito anche nei prossimi anni". 
Nell'anno in corso i controlli eseguiti sono stati sessanta, le aziende con i registri di carico e scarico in ordine trenta, quelle dove gli ispettori non hanno trovato i registri ventinove e solo una dove erano compilati in modo sbagliato, sette le denunce penali. Le sanzioni applicato variano dai duemila euro ai cinquecento euro.
"Un'attività di controllo capillare che continua a portare buoni risultati - ha commentato Michele Pellegrini comandante della polizia provinciale - negli anni siamo anche riusciti a creare un nucleo speciale di agenti specializzati nei controlli, la cui consulenza è richiesta anche fuori il nostro territorio. Anche i rifiuti smaltiti in modo scorretto spesso prendono la strada che porta fuori dalla provincia". 
La convenzione prevede due controlli al mese oltre agli agenti e agli ispettori continua la presenza dei mediatori culturali di lingua cinese. "La convenzione tra polizia provinciale ed Alia, - ha precisato Luca Silvestri dirigente Alia Servizi Ambientali -  ha portato anche nel 2022 risultati di tutto rispetto che confermano quanto sia importante l'attività dei controlli in materia ambientale. Ne sono prova gli incrementi sia delle sanzioni che delle denunce penali. Per questo motivo proseguiremo anche nel 2023 unitamente agli altri progetti che Alia ha in corso con altre istituzioni affinché resti alta l'attenzione al rispetto delle normative ambientali ed ai relativi illeciti." 
 
 

Data della notizia:  23.11.2022 h 14:51

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 

Digitare almeno 3 caratteri.