19.05.2022 h 15:34 commenti

A Prato e a Montemurlo il ricordo dei magistrati Falcone e Borsellino e del generale Dalla Chiesa

Quest'anno ricorre il trentesimo anniversario delle stragi di Capaci e di via D'Amelio e il quarantestimo dell'attentato in via Carini, a Palermo. La prefettura ha organizzato un incontro al Convitto Cicognini, il Comune di Montemurlo ha preparato tre eventi tra i quali l'intitolazione di un giardino alla moglie di Falcone, Francesca Morvillo
A Prato e a Montemurlo il ricordo dei magistrati Falcone e Borsellino e del generale Dalla Chiesa
Trenta anni dagli attentati di Capaci e di via D'Amelio, quaranta dall'agguato in via Carini a Palermo. Un triste anniversario che viene celebrato anche a Prato e a Montemurlo con iniziative in ricordo degli uomini e delle donne che hanno sacrificato la vita per servire lo Stato. I magistrati Giovanni Falcone e Paolo Borsellino e il generale e prefetto di Palermo Carlo Alberto Dalla Chiesa, vittime della mafia, saranno ricordati domani, venerdì 20 maggio, alle 11, con una iniziativa organizzata dalla prefettura di Prato al Convitto nazionale Cicognini. Con loro saranno ricordati gli agenti delle scorte, la moglie di Falcone, il magistrato Francesca Morvillo, e la moglie di Dalla Chiesa, Emanuela Setti Carraro. La cerimonia vedrà gli interventi del prefetto, del direttore centrale dell'Anticrimine della polizia di Stato Francesco Messina, il comandante regionale della guardia di finanza Bruno Bartoloni, il procuratore Giuseppe Nicolosi, la docente del Dipartimento di scienze giuridiche dell'Università di Bologna Stefania Pellegrini. Durante l'appuntamento sarà inaugurata l'opera dell'artista Fernando Montagner “Dedicato a Falcone e Borsellino”, e spazio sarà dato agli studenti del Buzzi e del Convitto e alla polizia scientifica della questura di Prato che presenterà un video realizzato per l'occasione.
A Montemurlo la cerimonia di commemorazione è in programma sabato 21 alle 11.30. Il giardino di via Orcagna, a Bagnolo, sarà intitolato alla moglie di Giovanni Falcone, Francesca Morvillo. Saranno il sindaco Simone Calamai e i suoi assessori Giuseppe Forastiero alla Cultura e Valentina Vespi alla Legalità a fare gli onori di casa. Sarà questo il primo dei tre appuntamenti messi in agenda dal Comune per ricordare il sacrificio di uomini che, nonostante le minacce, i pericoli, le intimidazioni della mafia, non hanno rinunciato al ruolo di servitori dello Stato.
Il 24 maggio, alle 21.15, alla Sala Banti, prima nazionale dello spettacolo “Una storia sbagliata, ragion di Stato o stato di ragione”, di e con Mauro Monni e Roberto Di Maio. Un racconto appassionato sulla storia del maxiprocesso a Cosa Nostra, sugli attentati di Capaci e via D'Amelio, su Tangentopoli e sulle stragi del '93. Ingresso gratuito.
Mercoledì 25 maggio, alle 9, sarà invece piantato un albero nel giardino Morvillo alla memoria di Falcone. Sarà presente il fratello di Fancesca Morvillo, Alfredo che ha annunciato che assisterà anche allo spettacolo alla Sala Banti.
 
Edizioni locali collegate:  Prato Montemurlo

Data della notizia:  19.05.2022 h 15:34

 
  • Share
  •  
 
 
 
comments powered by Disqus
 
 

Digitare almeno 3 caratteri.